ClickCease
Spitalul Monza, via Tony Bulandra 27, Bucarest, Romania
(+39) 02 00 61 39 41 (Risposta Automatica)

ESTETICA VISO

BLEFAROPLASTICA

La blefaroplastica è il metodo chirurgico che ha come obiettivo quello di migliorare l’aspetto delle palpebre cadenti e degli accumuli di grasso nelle palpebre inferiori, inoltre ha un effetto ringiovanente dell’aspetto di tutto il viso poichè va a rimuovere l’eccesso di pelle, muscoli e grasso. La blefaroplastica è diversa dalle procedure che vanno a migliorare la comparsa di rughe o pelle cadente attorno agli occhi.

QUANDO E’ CONSIGLIATA: Sia per un miglioramento estetico (ringiovanimento) sia per problematiche quali problemi di lettura, di guida o alla vista in generale (causate dal cedimento della pelle delle palpebre).

ETA’ CONSIGLIATA: I candidati non devono presentare particolari problemi agli occhi.

L’operazione viene eseguita in anestesia, locale o generale.
All’inizio dell’intervento, il chirurgo traccerà le linee di incisione seguendo il contorno naturale delle palpebre inferiori e superiori, con cui separerà la pelle dal tessuto adiposo e muscoli, rimuoverà il grasso in eccesso e rimodellerà l’area.Le incisioni saranno infine chiuse da sottili suture, che lasceranno cicatrici quasi invisibili. In caso di blefaroplastica transcongiuntivale (procedura utilizzata per rimuovere le borse sotto gli occhi), viene praticata una piccola incisione all’interno della palpebra inferiore, attraverso la quale viene rimosso il grasso. Questo tipo di incisione si chiude spontaneamente o con fili di sutura riassorbibili. I punti verranno rimossi dopo 5-7 giorni.
L’intervento può essere eseguito in quanto tale o in combinazione con altre procedure.

Il successo di questo intervento è dato da una buona valutazione da parte del medico, nonché da una buona consapevolezza del risultato da parte del paziente. Si consiglia di effettuare impacchi freddi sulle aree interessate per ridurre l’infiammazione e i lividi. Questi diminuiranno nel tempo, di solito dopo 2-3 settimane. Il medico spiegherà come curare e pulire l’area poiché la prima settimana gli occhi appariranno appiccicosi e asciutti. Se si indossano lenti a contatto, il loro uso è vietato nelle prime 2 settimane, in seguito si potrebbe percepire un iniziale disagio. Le attività quotidiane del paziente possono essere riprese circa 7-10 giorni dopo l’intervento, si può presentare una particolare sensibilità alla luce intensa, vento o a determinati materiali. In tal caso, è consigliabile utilizzare occhiali da sole. Si raccomanda di ridurre al minimo tutte le attività per un periodo di 3-5 giorni dopo l’intervento soprattutto quelle intense (che aumentano la pressione sanguigna) entro le prime 3 settimane. Alcol e cibi salati devono essere evitati poiché favoriscono la ritenzione.

I rischi associati alla blefaroplastica comprendono ematoma, guarigione tardiva o infezione delle ferite. Potrebbero presentarsi difficoltà temporanee a chiudere completamente le palpebre.

RINOPLASTICA

La rinoplastica è la correzione chirurgica del naso per problemi estetici, psicofisici, deformità derivanti da traumi, nonché di altri problemi medici. Lo scopo principale dell’intervento è di stabilire una proporzione equilibrata del viso riducendo le dimensioni del naso, rimodellando la punta, rimuovendo eventuali gobbe e andando infine a migliorare la distanza tra naso e labbro superiore. Nel caso in cui l’operazione comporti la correzione della deviazione del setto, la procedura è assistita da un medico chirurgo specializzato in ORL.

QUANDO E’ CONSIGLIATA: La rinoplastica può essere richiesta sia per ragioni puramente estetiche (per avere una maggior armonia del viso), per ragioni psicologiche (insoddisfazione ed insicurezza in se stessi e nel rapporto con gli altri), malformazioni congenite, problemi respiratori.

ETA’ CONSIGLIATA: L’età minima per questo intervento è la metà dell’adolescenza, quando il naso raggiunge il 90 % della sua forma finale, tuttavia, l’età raccomandata è compresa tra 20-30 anni o anche più tardi. I colloqui preliminari con il medico chirurgo sono assolutamente necessari per mitigare le aspettative del paziente in modo che corrispondano al risultato post-operatorio.

La chirurgia nasale viene eseguita in anestesia generale.
Nella maggior parte dei casi, viene praticata un’incisione nella columella (rinoplastica aperta) continuando all’interno delle narici, attraverso la quale viene eseguita l’operazione effettiva. Attraverso l’incisione, il chirurgo solleverà la pelle che copre l’osso nasale e la cartilagine, potendo così rimodellare la forma. Nei casi in cui è necessaria una grande riduzione delle dimensioni del naso, una parte dell’osso o del tessuto cartilagineo verrà rimosso. L’operazione dura da una a due ore, estendendosi per un periodo più lungo in casi complessi. Dopo l’intervento, una stecca di alluminio viene fissata sul naso per un periodo di 12 giorni, allo scopo di fissare la forma. Dopo la rimozione, il chirurgo può raccomandare l’uso di una benda nasale durante la notte. In caso di intervento al setto nasale, la protezione dello stesso avverrà inserendo tamponi nasali per 10-48 ore, al fine di arrestare l’emorragia.

Il dolore postoperatorio è tollerabile e può essere controllato con la somministrazione di farmaci. Sarà inoltre necessaria l’applicazione di impacchi freddi sugli occhi per ridurre gonfiore e lividi, che scompariranno gradualmente. Si consiglia anche l’applicazione di unguenti e automassaggi. Per una corretta guarigione è necessario evitare nelle prime settimane attività che possano aumentare la pressione sanguigna (come l’esercizio fisico).

I rischi e le complicanze postoperatorie sono simili a qualsiasi intervento chirurgico, (sanguinamento, infezioni) sarà pertanto necessario, per ridurre al minimo tali rischi, seguire scrupolosamente i consigli e le istruzioni del medico.

LIPOFILLING

Il lipofilling è un intervento che attraverso l’utilizzo di tessuto adiposo va a modificare le forme del viso senza infiltrazione di sostanze estranee all’organismo ma attraverso l’utilizzo di tessuto autologo.
È una procedura semplice, indolore ed estremamente efficace per il trattamento di questo problema.

QUANDO E’ CONSIGLIATO: In presenza di perdita del volume e di tonicità del viso. Ciò può derivare dal tipo di stile di vita, stress, invecchiamento.

ETA’ CONSIGLIATA: Il candidato deve essere un non fumatore ed è necessaria anche la presenza di depositi minori di tessuto adiposo.

Intervento eseguito in anestesia locale o generale a seconda dei casi.
Viene prelevato il tessuto adiposo in determinate zone del corpo, viene centrifugato per separarlo dal resto del materiale aspirato e una volta pronto viene iniettato nelle aree interessate (zigomi – area perioculare). L’effetto non è solo di riempimento ma migliora le condizioni della pelle donando un effetto di ringiovanimento.
Il risultato finale dell’intervento appare dopo circa 4 settimane.

Il trattamento è ambulatoriale e richiede solo poche ore di ricovero post-operatorio.
Il periodo di recupero postoperatorio dura tra 5 e 7 giorni.
Si raccomanda di evitare l’esposizione al sole nelle prime 3 settimane dopo l’intervento chirurgico. Nel tempo, il tessuto adiposo può riassorbirsi, pertanto l’effetto e la durata del risultato può variare a seconda del paziente.

L’iniezione con tessuto adiposo è un intervento privo di rischio tranne edemi, ematomi, ecchimosi.

RINGIOVANIMENTO VISO CON TESSUTO ADIPOSO E LASER

E’ un intervento che ha come scopo quello di ringiovanire il viso ridonando volume ed elasticità. Attraverso le procedure utilizzate si ottiene maggior volume del viso, un effetto lifting, una carnagione più luminosa e un risultato duraturo.

QUANDO E’ CONSIGLIATO: Quando, con l’età, si verifica una perdita del volume del viso e la qualità della pelle diminuisce.

ETA’ CONSIGLIATA: Il candidato appropriato è qualsiasi paziente di età superiore a 25 anni e fino a 60 anni; dopo questa età, i risultati sono meno visibili. Il paziente non dovrebbe essere un fumatore.

L’intervento viene eseguito in anestesia generale.
Il ringiovanimento del viso attraverso la chirurgia rigenerativa viene eseguito utilizzando tessuto adiposo, laser e PRP. Ognuna delle tre procedure ha un effetto benefico separato, ma la loro combinazione garantisce un risultato migliore e più duraturo. Il primo passo consiste nel prelevare tessuto adiposo nella zona addominale o dei fianchi. Dopodichè viene introdotto nelle aree interessate: periorbitale (occhiaie e zigomi), nei solchi nasogenici e nei solchi labiomentari, attraverso cannule speciali molto fini in modo da non traumatizzare le rispettive aree ed evitare possibili lividi.
La procedura PRP migliora gli effetti dei precedenti trattamenti per la rigenerazione dei tessuti. Se il paziente ha un eccesso di tessuto adiposo nel submento e nella parte mandibolare, la micro-aspirazione di queste aree può essere eseguita in combinazione con la lipolisi laser per un effetto lifting.

Dopo l’intervento si raccomanda di evitare l’esposizione al sole per due mesi.
Il periodo di recupero è di 5-6 giorni durante i quali il paziente non può uscire di casa, fino alla caduta delle superfici indurite (croste) post laser. Deve essere prestata una cura post-operatoria complessa, che sarà spiegata dal medico. L’effetto dell’intervento ha una durata di almeno 4-5 anni.

Edemi, ematomi, ecchimosi.